Luogo

... Sono un uomo
che ha imparato
ad ascoltare gli alberi
e non se ne vergogna affatto,
d'altro canto
ogni poeta
è destinato
a farsi albero.
Sono un uomo radice
e questi appunti sono le mie ghiande,
i miei racemi,
i miei galbuli,
le mie venature
["Homo Radix", Tiziano Fratus]


Il bosco
Il bosco è da sempre un luogo incantato, scenografia perfetta per tante favole, magico e misterioso, meraviglioso e spaventoso allo stesso tempo. Una passeggiata è il modo perfetto per imparare ad ascoltare e osservare il bosco e tutti i suoi abitanti: uccelli, scoiattoli, tassi, cinghiali , insetti... Un percorso a piedi tra la natura per riappropriarci dei ritmi stagionali e per coglierne la magia, esplorando i rumori, i suoni, i profumi delle piante e le tracce lasciate dagli animali.

Il laghetto in mezzo al bosco
Il Tampon ëd la Giaco-na è uno dei pochi laghetti ancora presenti in Castagneto Po, alimentato da una sorgente e da alcuni ruscelli, è stato ampliato negli anni '60 dalla famiglia Crosetto per utilizzarne le acque per l'irrigazione dei campi.
Ora nel lago vive la nostra piccola comunità di anatre e oche, rane e una buona varietà di pesci come carpe, cavedani, persici e pesci gatto.
Durante l’estate “un’isola di ninfee” lo fa somigliare ad un quadro di Monet, l’autunno con le sue nebbie e foglie secche, lo rende magico, il ghiaccio e la neve dell’inverno ne fanno una pista da pattinaggio per oche e anatre, mentre la primavera è un inno alla vita con la nascita di girini e avannotti, e il ritorno delle anatre selvatiche e degli aironi.
Per ragioni di sicurezza, il laghetto è completamente recintato, ma potrete comunque goderne la bellezza utilizzando l'area attrezzata per il pic-nic nella radura vicina.